domenica 11 aprile 2010

In taxi in Brasile

Stamattina Grande Fratello, per radio col taxista, intercetto parole come straniameeeento, isolameeeento, persona super carinooosa, amoroooso.
Ed ecco i contributi live registrati do trombano, litigano, con sottofondo musicale aggiunto

Il taxista questa mattina ascolta musica degli evangelici.

Stavolta non smette di parlare di calcio, ma non ascolta, come qualcun altro che conosco. Ha il tono dell'esaltato, sopra le righe, si fa le domande e si risponde da solo: -per chi tieni?- rispondo subito e con sicurezza una balla, perché la verità è che il calcio, detto alla francese: mi fa cagare. Ora mi rendo conto che avrei dovuto rispondere con maggiore fantasia, citando la squadra inventata di una piccola città sconosciuta italiana. Lui la mi squadra vera di città vera di fede inventata la conosce e comincia a fare battute e domande che non comprendo. Rispondo con una risata a quelle che sembrano battute e con una risata a quelle che sembrano domande. Il problema non è rispondere, quanto impedirgli di voltarsi in continuazione verso di me per cercare consenso. Alla fine mi ritrovo a difendere la squadra della pro vercelli e di tutti i suoi scudetti, compreso quello rubato a tavolino dall'inter... Ma che glielo dico a fare? Perle ai porci, non capisce e continua i suoi monologhi fatto di memorie dei risultati dei derby cruzeiro-athletico mineiro, della trasformazione del nome cruzeiro partendo dal club di emigranti genovesi, dalla nuova divisa rosa, delle formazioni più importanti di tutti i tempi. Dei proprietari delle squadre di calcio, sugli uomini più ricchi d'italia. Quel giorno poi c'era pure un maggior traffico rispetto il solito.
Argomenti conclusivo è su quanto è bella BH: gostoooosa, muito gostoooosa. Niente mancia.

Questo mi chiede di cesare battisti. Sbaglio a cercare di spiegare che cesare battisti era un patriota della trento italiana, fucilato dagli austriaci, che questo è un altro, accusato di diversi omicidi, e con a carico diversi ergastoli. Protetto dalla francia e ora dal presidente del brasile.

Questo mi parla del ben-te-ve

Questo di quanto ha viaggiato in brasile

Questo ci tiene a dirmi che parla inglese

Questo vuole portarmi a mignotte

Questo continua a chiedermi dove andare

Questo non ha resto, anzi cambio, dopo 10 minuti di discussione mi rendo conto di avergli rifilato una banconota in euro.. Se se ne stava zitto ci guadagnava 2 volte e mezza

Questo sente la radio cristiana che fa suonare musica cristiana inframmezzata a riflessioni cristiane e a disturbi, perché non deve aver collegato l'antenna alla radio, oppure gliel'hanno fregata. Sulla musica canta anche lui, anche sui disturbi senza soluzione di continuità, evidentemente sono musiche famose, forse anche i disturbi... Quando la vecchia cristiana parla invece annuisce, e borbotta qualche cosa, cristonando agli automobilisti dall'alto del suo taxi benedetto.

Nessun commento:

Posta un commento